Dagli esiti della politica tedesca dipenderà molto del destino dell’Europa: un quarto mandato di Angela Merkel come cancelliera potrebbe rappresentare un argine contro la marea montante dei populismi e dei nazionalismi europei. In questo numero raccontiamo la Germania che a settembre rinnoverà il Parlamento federale. Un Paese che nel frattempo dovrà rispondere agli interrogativi posti dalla politica di accoglienza avviata da Merkel nell’autunno del 2016. Il numero con cui si apre questo difficile 2017 si caratterizza poi per molti altri contributi, da quello di apertura (la cui genesi raccontiamo nel ricordo del suo autore, Paolo Prodi), sino a quello di Tiziano Bonazzi sul populismo americano. L’intervista a Piero Boitani, premio Balzan 2016 per la letteratura comparata, è qui liberamente scaricabile.

Indice del fascicolo 1/17

editoriale

Senza Stato né Chiesa. L'Europa a cinquecento anni dalla Riforma

Paolo Prodi

l'ultima Germania

Berlino, Europa

Gian Enrico Rusconi

Un Paese diviso

Tonia Mastrobuoni

Verso le elezioni federali

Gabriele D'Ottavio

Un nuovo mandato per Angela Merkel?

Silvia Bolgherini

Neoliberalismo e xenofobia nella Germania unita

Alessandro Somma

La sinistra tedesca, una crisi che viene da lontano

Fernando D'Aniello

Una società stratificata

Marcello Neri

la finestra sul mondo

Un'Austria un po' più europea?

Günther Pallaver

Un populismo molto americano

Tiziano Bonazzi

Apparati di sicurezza in affanno

Antonio Mutti

profilo

Karl Polanyi


Gian Primo Cella

il caso italiano

Qualità dei governi e politica economica nella Seconda Repubblica

Alfredo Macchiati

Il cavolo a merenda: imbrogli a scuola e corruzione

Marcello Dei

Il reclutamento dei docenti universitari

Andrea Mariuzzo

Sant'Agata a Catania tra religiosità e giochi di potere

Raimondo Catanzaro, Rosario Mangiameli

intervista

Intervista a Piero Boitani

Piero Boitani, Massimo Fusillo

idee

L'evoluzione politico-istituzionale dell'Italia libera e repubblicana

Giorgio Napolitano

estemporanea

Il sonno della ragione genera mostri

Víctor Pérez-Díaz

un ricordo di Paolo Prodi

Paolo Pombeni

taccuino


Gli altri fascicoli dello stesso anno

Viaggio in Italia. Racconto di un paese difficile e bellissimo
n° 6

Viaggio in Italia. Racconto di un paese difficile e bellissimo

Sessant’anni dopo Piovene si può dire qualcosa del nostro Paese ricorrendo alla formula del «viaggio in Italia». Questo numero monografico è un racconto composto lungo la Penisola grazie a una straordinaria rete di collaboratori che, il nostro Paese, lo studiano e lo analizzano per mestiere ogni giorno.

n° 5

Dopo il saggio di apertura scritto da Pietro Rossi – sulla perdita di centralità della vecchia Europa in un mondo sempre più complesso – la sezione monografica è dedicata al Movimento 5 Stelle.

n° 4

La domanda che dà il titolo alla sezione monografica, «di chi è il mio corpo?», non può avere una risposta unica. La strumentalizzazione di molti casi di cronaca obbliga a una riflessione il più possibile aperta, che ci aiuti a comprendere le ragioni di chi è su posizioni diverse, a volte diametralmente opposte alle nostre.

n° 3

Come sta cambiando la dimensione urbana e quali sono i caratteri delle città che riassumono fenomeni di tipo sociale, politico ed economico diffusi nel mondo contemporaneo?

n° 2

La possibilità di essere perennemente connessi e di accedere a una grande massa di informazioni essendone noi stessi parte attiva appare oggi scontata. Le conseguenze sono di tipo diverso: spesso siamo agevolati nei nostri compiti, ma non senza pagarne un prezzo.

Scopri gli altri trimestrali

RIVISTA DI CULTURA E DI POLITICA