Rivista il mulino

Content Section

Central Section

UNIVERSITÀ
1 2 3 »<
A proposito dell’intervento di Ricciardi e Viesti contro il provvedimento
Marco Leonardi, 02 December 2016

Da oltre vent’anni ci lamentiamo della partenza di tanti bravi giovani che scelgono di insegnare all'estero non avendo, in Italia, lo spazio per esercitare il proprio talento. Del resto tutti i vincitori italiani delle prestigiose borse European Research Council (Erc) vanno a fare ricerca all'estero.

[...]
Mario Ricciardi, Gianfranco Viesti, 20 October 2016

Seppure con molti mesi di ritardo, da qualche giorno è stato reso noto il regolamento attuativo dell’articolo 1 (207-212) della Legge di Stabilità per il 2016.

[...]
Enrica Morlicchio, 23 August 2016

Alla fine dello scorso mese di maggio, Enzo Alliegro, professore associato di discipline demo-etno-antropologiche dell’Università di Napoli Federico II, ha ricevuto dalla procura di Brindisi un avviso di garanzia con riferimento all’occupazione dei binari della stazione ferroviaria di San Pietro Vernotico, in cui si ipotizza il concorso nel reato di interruzione di servizio pubblico, in ragione della partecipazione alla pianificazione dell’azione di disturbo.

Alliegro, che stava compiendo una missione di ricerca in Salento ufficialmente registrata dal suo Ateneo, è ritratto in una foto prodotta dalla Digos, mentre, al di fuori dei binari, con macchina fotografica e taccuino, segue i manifestanti che protestano per la vicenda della Xylella e del taglio degli olivi. Il professor Alliegro, che si è formato tra l’altro presso il prestigioso Istituto Universitario Europeo di Fiesole, non era nuovo a questo tipo di indagini di campo, avendo studiato anche i comitati di opposizione nella cosiddetta Terra dei Fuochi campana applicando lo stesso metodo di inchiesta, particolarmente utile per comprendere le ragioni della protesta e le posizioni espresse dai diversi attori.

La vicenda ha spinto l’Associazione nazionale universitaria degli antropologi culturali (Anuac) e le altre associazioni del settore, come l’Associazione italiana per le scienze etno-antropologiche (Aisea), la Società italiana di antropologia applicata (Siia), l’Associazione italiana di sociologia (Ais) a chiarire che l’osservazione partecipante è, a pieno titolo, una metodologia di ricerca riconosciuta sul piano internazionale, uno strumento di fondamentale rilevanza e del tutto insostituibile nella pratica del lavoro scientifico antropologico, così come ribadito anche nelle mozioni approvate dai Consigli del Dipartimento Culture, politica e società dell’Università di Torino e del Dipartimento di Scienze sociali dell’Università di Napoli. Nel caso di Alliegro, la macchina giudiziaria è all’avvio, e potrebbe fermarsi qui, con danno limitato, inducendo soltanto qualche interrogativo sullo zelo, o l’automatismo, con il quale la foto della polizia è stata interpretata come notitia criminis

[...]
Il comparto formativo tedesco è quasi del tutto orientato in funzione del lavoro
Marcello Neri, 05 July 2016

L’università è un animale strano. Istituzione quasi millenaria nel cuore della cultura europea, sta conoscendo delle trasformazioni così profonde che ne mutano il codice genetico.

[...]
Nell’università, una mentalità aziendale diseduca gli studenti
Edoardo Lombardi Vallauri, 28 April 2016

Nell’anno accademico italiano, a seconda dei corsi è possibile dare un esame dalle sei alle dodici volte in ciascun anno, per quanti anni si vuole. Questo non è lo standard nelle università del mondo; anzi.

[...]
1 2 3 »<