Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Culture
Una politica culturale latitante
, September 29, 2011

Milano è sempre stata una città d’avanguardia, nel bene e nel male. Negli anni Sessanta e Settanta fu punto di riferimento per il mondo della cultura europea ed esempio del ruolo trainante che la ricerca può assumere nello sviluppo e nell’identità di un’area.

Politiche culturali: un altro pianeta
, September 1, 2011

Osservando i candidati alle primarie socialiste francesi scontrarsi sul futuro budget della cultura in occasione del Festival di Avignone, i cinefili avranno forse pensato alla frase del Disprezzo di Godard: “Quando sento la parola cultura, metto mano al blocchetto degli assegni”. Le festività del 14 luglio sono state in effetti l’occasione per rilanciare il dibattito perenne sulla capacità dello Stato di aumentare il budget concesso al ministero della Cultura oltre la simbolica soglia dell’1%. Dibattito tanto più spinoso in tempi di crisi e di Revisione generale delle politiche pubbliche (Rgpp).

I confini dell'azione pubblica
Matrimoni forzati e combinati
, June 22, 2011

Che cos’è un matrimonio forzato? È diverso da un matrimonio combinato? La domanda riguarda tutte le diverse sfumature filosofiche che si possono dare alle nozioni di consenso e costrizione. Ma dal punto di vista dell’azione pubblica possiamo considerarli sovrapponibili, equivalenti?

In documenti sovranazionali questo talvolta accade: in un rapporto del Consiglio d’Europa (Forced Marriages in Council of Europe Member States, Strasburgo 2005) si fanno rientrare i matrimoni di comodo sotto l’etichetta di matrimoni forzati.

Viaggiatori senza rete
, June 15, 2011

Agli inizi del Novecento il senso dell’ignoto era ancora parte integrante del viaggiare. La mente dell’esploratore non poteva che supporre le insidie o le meraviglie che lo attendevano. Anche la gente comune doveva far fronte a questa carenza informativa. L’alone di mistero per tutto ciò che era altro dal proprio Paese veniva investito da un’aura magica, le poche informazioni scientifiche che giungevano sugli usi e sui costumi di popoli lontani ancora si condivano di leggende.

Nella rete di Facebook
, April 29, 2011

Sono entrato attivamente nel social network più diffuso nel mondo solo di recente, per motivi di lavoro. Dopo avere sentito parlare (da tutti e in ogni modo) di Facebook, ho cercato, mentre lo usavo come mezzo di diffusione di alcuni contenuti che producevo, di osservare quello che accadeva tra profili, bacheche, nuove amicizie e tutto il resto del materiale che circola tra le pagine della piattaforma ideata da Zuckerberg nel 2004.