Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Bookshelf
Giulio GIORELLO, Lussuria. La passione della conoscenza
, March 19, 2010

"Solo per colpa di cristiani impostori la lussuria è stata classificata tra i crimini". Così si esprime Sade sul finire del Settecento, quando i "lumi" della Ragione stanno cedendo il posto alle "lanterne" del Terrore.

Gianfranco PASQUINO, Le parole della politica
, March 12, 2010

La "transizione" italiana non è finita: i partiti continuano a trasformarsi, la dinamica della loro competizione cambia e diventa più aspra, le istituzioni e la legge elettorale rimangono al centro di un confronto teso, astioso quanto sterile.

Marzio BARBAGLI, Gianpiero DALLA ZUANNA, Franco GARELLI, La sessualità degli italiani
, March 1, 2010

Verginità, sesso occasionale, contraccezione, infedeltà, masturbazione, rapporti orali e anali, etero e omoerotismo: come sono cambiati i sentimenti, i comportamenti e le identità sessuali degli italiani?

Carl SCHMITT, Cattolicesimo romano e forma politica
, February 25, 2010

Una questione controversa: i rapporti fra Chiesa e Stato, religione e politica.
Pubblicato originariamente nel 1923 nell'ambito del rinnovamento cattolico del primo dopoguerra, il testo di Schmitt è stato percepito ora come momento di una nuova riflessione teologica trionfalistica, ora come appello ad un'alleanza fra cattolicesimo e conservatorismo borghese contro il comunismo, ora come trattato apologetico della maestà ecclesiastica, ora infine come critica della modernità liberale. Riproporlo e riscoprirlo oggi, in un contesto storico, politico e culturale assai mutato, significa riconoscerne l'intatta forza di suggestione e l'immutata validità come contributo alla comprensione e all'interpretazione di una delle questioni centrali del nostro tempo: quella dei rapporti fra Chiesa e Stato, religione e politica.

Peter L. BERGER, Thomas LUCKMANN, Lo smarrimento dell'uomo moderno
, February 21, 2010

Le società moderne sembrano contrassegnate dall'incapacità di elaborare significati condivisi, e perciò di assicurare coesione. Le istituzioni che in passato se ne facevano carico - famiglia, scuola, chiesa, stato - appaiono ormai inadeguate ad assolvere queste funzioni,