Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Bookshelf
Gianfranco PASQUINO, Le parole della politica
, March 12, 2010

La "transizione" italiana non è finita: i partiti continuano a trasformarsi, la dinamica della loro competizione cambia e diventa più aspra, le istituzioni e la legge elettorale rimangono al centro di un confronto teso, astioso quanto sterile.

Marzio BARBAGLI, Gianpiero DALLA ZUANNA, Franco GARELLI, La sessualità degli italiani
, March 1, 2010

Verginità, sesso occasionale, contraccezione, infedeltà, masturbazione, rapporti orali e anali, etero e omoerotismo: come sono cambiati i sentimenti, i comportamenti e le identità sessuali degli italiani?

Carl SCHMITT, Cattolicesimo romano e forma politica
, February 25, 2010

Una questione controversa: i rapporti fra Chiesa e Stato, religione e politica.
Pubblicato originariamente nel 1923 nell'ambito del rinnovamento cattolico del primo dopoguerra, il testo di Schmitt è stato percepito ora come momento di una nuova riflessione teologica trionfalistica, ora come appello ad un'alleanza fra cattolicesimo e conservatorismo borghese contro il comunismo, ora come trattato apologetico della maestà ecclesiastica, ora infine come critica della modernità liberale. Riproporlo e riscoprirlo oggi, in un contesto storico, politico e culturale assai mutato, significa riconoscerne l'intatta forza di suggestione e l'immutata validità come contributo alla comprensione e all'interpretazione di una delle questioni centrali del nostro tempo: quella dei rapporti fra Chiesa e Stato, religione e politica.

Peter L. BERGER, Thomas LUCKMANN, Lo smarrimento dell'uomo moderno
, February 21, 2010

Le società moderne sembrano contrassegnate dall'incapacità di elaborare significati condivisi, e perciò di assicurare coesione. Le istituzioni che in passato se ne facevano carico - famiglia, scuola, chiesa, stato - appaiono ormai inadeguate ad assolvere queste funzioni,

Giuseppe ANTONELLI, Ma cosa vuoi che sia una canzone. Mezzo secolo di italiano cantato
, February 17, 2010

La storia siamo noi, le nostre canzoni stonate urlate al cielo lassù. C'è chi dice che nell'amor le parole non contano, conta la musica, ma proprio quando pensi che sian troppe le parole, ti accorgi che sono gocce di memoria: