Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Bookshelf
R. ROMANELLI, Ottocento. Lezioni di storia contemporanea. I
, September 14, 2011

Con il Novecento ormai alle spalle, gli scenari del Duemila chiedono di ripensare i caratteri fondanti della civiltà che ha costruito il mondo globale. Nel corso di due secoli l'occidente europeo è diventato signore del mondo per poi avviarsi ad essere quasi una sua secondaria provincia.

11 settembre: dieci anni dopo
G. SIMONI, New York: 11 settembre 2001
, September 9, 2011

Una drammatica testimonianza fotografica dell'attacco all'America.

Il volume presenta una selezione di foto scattate nel momento stesso della tragedia dell'11 settembre e nei giorni successivi da Gianluca Simoni, giovane fotografo bolognese. Una testimonianza visiva diretta dei tragici momenti dall'impatto degli aerei sulle torri gemelle, al loro crollo, ai soccorsi, alle reazioni delle persone nell'immediato e nei giorni successivi. A introdurre l'opera, un saggio sulle conseguenze dell'evento nel mondo occidentale, a firma Ernesto Galli della Loggia.

11 settembre: dieci anni dopo
C. TOWNSHEND, La minaccia del terrorismo
, September 9, 2011

L'incubo degli uomini bomba.

Ovunque nel mondo occidentale la minaccia del terrorismo è entrata nell'agenda dei governi. Ma come definire il terrorismo, come distinguerlo dalla violenza, politica o criminale, e dalla guerra, di liberazione o degli stati? Nessun "terrorista" si proclama tale, rivendicando anzi per sé il titolo di "combattente" per la libertà, l'indipendenza, il popolo o la fede. Questo libro cerca di fare chiarezza, sul piano sia concettuale sia storico, esaminando dapprima le categorie e definizioni proposte dalla letteratura, e poi ripercorrendo i principali casi storici in cui il terrorismo ha svolto un ruolo rilevante:

11 settembre: dieci anni dopo
Paolo BONETTI, Terrorismo, emergenza e costituzioni democratiche
, September 9, 2011

Il terrorismo e la violenza politica organizzata costituiscono un pericolo per la sicurezza individuale e collettiva, e perciò possono mettere in crisi l'essenza stessa di ogni Stato, in particolare quando si verificano all'interno di regimi democratici. Per limitare al massimo i rischi per la sicurezza, i pubblici poteri non possono limitare o sopprimere tutti i diritti fondamentali delle persone, né il pluralismo politico o i controlli parlamentari e giurisdizionali garantiti dalle norme costituzionali e internazionali.

Massimo BAIONI (a cura di), Patria mia. Scritture private nell'Italia unita
, September 1, 2011

1848-1911. Decenni cruciali per la storia nazionale: dalla prima guerra d'indipendenza all'anno in cui si celebra il cinquantenario dell'unità e si avvia la campagna coloniale per la conquista della Libia. L'Archivio Diaristico Nazionale di Pieve Santo Stefano offre, attraverso le voci dei suoi diari, uno speciale, affascinante sguardo sull'Italia che nasce e si sviluppa come stato nazionale.