Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Bookshelf
Vittorio FALLETTI e Maurizio MAGGI, I musei
, May 29, 2012

A chi e a cosa servono, come sono fatti, come funzionano, come si promuovono: idee, oggetti, politiche per queste affascinanti «macchine culturali», che dopo secoli di vita appaiono ancora vitali e attrattive.

Michele ROCCATO e Terri MANNARINI, Non nel mio giardino
, May 16, 2012

«Si tratta di comprendere e di gestire le opposizioni, non di stigmatizzarle: non di sottovalutarle, ma di prenderle sul serio, ascoltandole, negoziando con loro e impegnandosi a cogliere il buono che c’è nelle loro istanze anche quando sembrano (e magari sono effettivamente) inaccettabili»

Giorgio COSMACINI, Compassione
, May 16, 2012

Oltre che contribuire a sollevare il peso di antiche miserie, il sentimento della compassione può essere investito in opere di cultura e cura, attuali e diverse? Che forme può prendere oggi la partecipazione all’umana sofferenza?

Roberto ESCOBAR, Eroi della politica
, May 4, 2012

«Allora Mandela guardò quegli uomini e quelle donne come se parlasse non a tutti, ma a ognuno. “Io conosco tutte le cose che loro ci hanno negato – disse – ma questo non è il momento di consumare meschine vendette. È il momento di costruire questa nazione”»

François JULLIEN, Quella strana idea di bello
, May 4, 2012

«Bello» può esprimere ciò che riconosciamo piacevole ai sensi («una bella canzone») o ciò che suscita ammirazione e soddisfazione («una bella serata»). Come sostantivo, «il bello» designa invece il concetto astratto,