Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Identità italiana
L'eterno dilemma tra sicurezza e privacy
, April 1, 2015

Alla fine Matteo Renzi si è lasciato convincere a escludere dal decreto legge antiterrorismo le norme che permettono le intercettazioni telematiche da remoto, con software spia, per acquisire informazioni utili dai computer e dai cellulari degli utenti sospettati di terrorismo. Il garante della Privacy Antonello Soro aveva già espresso seria preoccupazione su molti emendamenti approvati in Commissione.

Contestualizzare mafia e corruzione
, March 31, 2015

Nella giornata di Bologna contro le mafie di sabato 21 marzo l’attenzione è stata parimenti rivolta alla mafia e alla corruzione. In questa scelta, ha certamente contato il clima antipolitico che si respira e il fitto succedersi di scandali riguardanti le grandi opere pubbliche. Un significativo allargamento di prospettiva, che va accolto con favore. Evidentemente sul fronte dell’antimafia sociale qualcosa si muove nella direzione, auspicata anche da Paolo Prodi su queste pagine, di un approccio meno retorico e più concentrato sulle ragioni specifiche

In merito allo scambio tra Salvati, Bobbio e Urbinati
Una sola Camera può bastare
, March 19, 2015

Il tema è davvero il “decidere”?, si chiede Nadia Urbinati intervenendo nel dibattito apertosi fra Luigi Bobbio e Michele Salvati. Posta così, la questione è a mio giudizio posta male. Il dibattito sul parlamentarismo è un ever green del rapporto tra intellettuali e sfera politica: da metà Ottocento in avanti gli intellettuali pensano che difendendo quello che a loro pare il pluralismo della democrazia delle Aule difendano i loro spazi nella presenza pubblica.

Ma il tema è davvero il decidere?
, March 16, 2015

Il dibattito avviato su questa rivista a proposito di “Renzi sì, Renzi no” rischia di essere fuorviante perché traduce la discussione in corso sulla riforma costituzionale (con il correlato della riforma elettorale) in una discussione pro o contro Renzi (e come se coinvolgesse solo il Pd, nella sua ala renziana e anti-renziana). Impostare la questione in maniera plebiscitaria può essere ritenuto un utile espediente; ma fare della questione della riforma una questione di conflitto di preferenze sul leader significa mobilitare le emozioni più che le ragioni.

Qualche luce e molte ombre sull'Italia digitale
Si fa presto a dire banda larga
, March 12, 2015

La notizia (o la non notizia) è che le ultime analisi della Commissione europea in tema di società ed economia digitali ci bocciano. A livello europeo l’Italia occupa quasi sempre una delle ultime posizioni quando si parla di connettività, competenze digitali, attività svolte online, integrazione della tecnologia digitale e servizi pubblici digitali. Quando si parla di società dell’informazione, l’Italia è tra i Paesi (con Bulgaria, Cipro, Grecia, Croazia, Lettonia, Ungheria, Polonia, Romania, Slovenia e Slovacchia) che da sempre registra performance mediocri.