Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Identità italiana
Del Partito democratico, delle primarie e di altre schiocchezze
Sotto la rottamazione niente?
, June 22, 2015

Tira una brutta aria nel Partito democratico. Non l’aria dell’uomo solo al comando o della democradura, come alcuni immaginavano. Per progettare imprese di questo genere, se mai davvero si volessero tentare, servono capacità organizzative e strategiche che non si trovano nel Pd. Nessun rischio dittatura, quindi, rapidamente rimesso nel cassetto da tutto quello stuolo di giuristi-opinionisti pronti a gridare al colpo di Stato, più o meno permanente, a ogni battito di ciglia renziano.

Un Paese serio non può che fare così
, June 19, 2015

Il 17 giugno monsignor Giancarlo Perego, direttore generale della fondazione Migrantes, della Conferenza episcopale italiana, ha dichiarato: “Il sistema di accoglienza italiano per richiedenti asilo, improvvisato, insufficiente, politicamente non condiviso, segnato da malaffare e da una burocrazia impagliata, ha portato a una mancanza di credibilità dell'Italia in Europa, e ha giustificato in qualche modo un mancato accordo europeo sul l'agenda delle migrazioni”.

A chi piace Expo
, June 15, 2015

Solo due opinioni sono generalmente diffuse riguardo all’Expo di Milano. O si tratta del mero luogo di incontro tra cemento, debito, precarietà e sessismo oppure è la grande occasione di riscatto dell’Italia a livello internazionale. Questo crea due schiere di persone così polarizzate e dogmatiche da essere incapaci di dubitare delle proprie posizioni, quindi di ascoltare, quindi di comunicare tra loro

Speciale Regionali 2015
Gli impresentabili, tra antimafia e politica
, June 4, 2015

Preceduto da un’estenuante campagna mediatica, l’affaire “impresentabili” è infine scoppiato. I fatti sono noti: alla vigilia delle elezioni, la Commissione parlamentare antimafia, presieduta da Rosy Bindi, ha reso pubblica una lista contenente i nomi di 16 candidati sprovvisti dei requisiti previsti dal Codice di autoregolamentazione predisposto mesi prima dalla stessa Commissione e sottoscritto volontariamente da tutti i partiti.

Speciale Regionali 2015
Campania, la vittoria locale
, June 4, 2015

Sulla Campania sono stati puntati in queste ore i riflettori nazionali. Si trattava di una delle sole tre regioni, insieme al Veneto e alla Liguria, in cui il risultato fosse ancora incerto. Una di quelle che avrebbero potuto fare la differenza per il bottino del Pd di Matteo Renzi. E tuttavia lo stesso premier non ha considerato la sfida campana come un banco di prova, sia perché molto distante per storia personale dal candidato governatore Vincenzo De Luca,