Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Identità italiana
Contratti aziendali: la nuova frontiera
, November 5, 2015

In questi giorni sono molto più frequenti gli articoli di giornale che parlano di tetto all'uso del denaro contante piuttosto che quelli che parlano di contrattazione aziendale. Tutto ciò non sarebbe strano se non fosse che gli articoli sul tetto all'uso del contante riguardano più che altro le polemiche all'interno del Pd e tra governo e sindacati.

I musei sulla ruota degli esposti
, November 3, 2015

«Ansa - Roma, 28 ottobre: “Venti grandi imprese italiane adottino ognuna uno dei venti musei che abbiamo reso autonomi”. È l’appello del ministro di Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini, che spiega: «Vorrei che venti grandi imprese italiane scegliessero uno dei venti musei autonomi, da aiutare e su cui lavorare, diventandone main partner.

Risparmi e uso del contante
, October 29, 2015

È nota la scarsa educazione finanziaria dei giovani italiani: dai dati Pisa per il 2012 di fonte Ocse, su 18 Paesi l’Italia precede solo la Colombia. Da parecchi anni sono stati lanciate diverse iniziative per migliorare la situazione, anche prevedendo corsi nell’ambito dei curricula scolastici (e se ne parla anche nel documento sulla Buona Scuola). Come ogni buon educatore sa, l’esempio virtuoso è la molla principale per sollecitare l’emulazione.

Un canale privilegiato per le famiglie affidatarie in vista dell’adozione
Minori, affido e nuovi diritti
, October 26, 2015

L’approvazione definitiva della legge che stabilisce il diritto alla continuità educativa dei bambini in affido familiare è importante non solo sul piano del riconoscimento dei diritti dei bambini, ma anche perché tenta di porre rimedio a una situazione di fatto per molti versi insostenibile. In Italia, infatti, circa il 60% degli affidi dura più dei due anni previsti dalla normativa e di questi circa i 3/5 durano più di quattro anni.

Cambiare le condizioni di chi lavora nei campi è difficile ma non impossibile
Lo sfruttamento va oltre il caporalato
, October 21, 2015

La tragica estate dei braccianti agricoli in Puglia e Basilicata è finalmente terminata. Al lungo elenco di caduti sul lavoro di luglio e agosto – tre italiani, un sudanese e un tunisino –, si sono aggiunte a fine settembre due altre morti: l’uccisione di un bracciante burkinabé accusato di un furto di meloni nel foggiano e il suicidio di un ghanese nel “ghetto” di Boreano in Basilicata.