Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Identità italiana
I viziosi e i virtuosi
, April 1, 2020

È vero, tedeschi, olandesi, austriaci e altri consoci non si sono mostrati granché amichevoli nei nostri confronti. Ma, prima di risvegliare i consueti pregiudizi antigermanici e d’intonare geremiadi sulla fine dell’Europa, è il caso di ragionarci. Converrà rammentare per prima cosa che molti Länder tedeschi stanno accogliendo, o sono pronti ad accogliere, un discreto numero di malati provenienti dall’Italia. Visto il collasso di molte nostre strutture sanitarie, è un soccorso non meno prezioso di quello prestato da altri, ultima l’Albania, il cui aiuto ci ha comprensibilmente colpiti.

Di primo acchito, la mancanza di solidarietà di quella che per semplificare chiameremo l’Alleanza del Nord nei confronti dei Paesi più colpiti dal virus, e anche più indebitati, brucia parecchio. Ma le cose vanno sempre osservate da entrambi i lati. Qual è, in altri termini, il punto di vista di chi ci nega l’aiuto finanziario – peraltro imponente – che stiamo chiedendo?

Esclusa l’impossibilità materiale di offrire aiuto, un argomento spicca su ogni altro, e riguarda lo stato dell’Europa così come si è consolidata negli ultimi tre decenni.

Errori di concetto e di linguaggio in tempi di pandemia
La comunicazione sul Covid19
, March 24, 2020

Quando a posteriori rifletteremo sull’esperienza dell’infezione da Covid19, uno dei primi elementi da mettere sul banco degli imputati dovrà per forza essere quello della comunicazione, a tutti i livelli.

Tra limitazioni e sorveglianza
, March 23, 2020

Il virus giustifica la limitazione della libertà di circolazione. È limitata all’immediatezza delle rispettive abitazioni (non tutte confortevoli o salubri), nel comune di residenza in Italia, nella sospensione dello spazio Schengen in Europa.

L’emergenza Covid-19, i rapporti centro-periferia e le lezioni che dovremmo apprendere.
Per non sprecare una crisi
, March 23, 2020

La gestione dell’epidemia legata alla diffusione del Covid-19 è un’esperienza amministrativa totale. Coinvolge tutti i livelli di governo immaginabili, da quelli locali alle istituzioni internazionali, mobilita le comunità scientifiche attorno a un problema epidemiologico nuovo e mutevole, chiama i policy makers di ogni Paese a prendere decisioni straordinarie, repentine e rischiose.

Dal numero 1/20
“Poveri e imbroglioni”. Dentro il Rdc
, March 19, 2020

Quando, all’inizio del Novecento, lo studioso inglese Seebohm Rowntree elaborò il suo metodo di calcolo del “minimo vitale”, uno dei primi esempi di rilevazione empirica della povertà, incluse tra i bisogni da garantire anche quello di comprare “bambole, biglie o dolciumi” ai bambini e “vestiti graziosi” alla moglie