Rivista il mulino

Content Section

Central Section

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23
Greferendum: le ragioni inascoltate
, July 7, 2015

Nelle strane ore che hanno seguito il referendum greco, tra stappi di champagne e lexotan, le ragioni del «ni» hanno faticato a trovare cittadinanza. Per lo meno da noi, gli stessi italiani che prima del voto erano ben contenti di non essere greci, a pochi minuti dallo spoglio non hanno mancato di schierarsi, vestendo Tsipras con i propri costumi regionali. Questa manichea appartenenza politica transnazionale creatasi attorno ad un evento più plebiscitario che democratico

Senza Europa federale la tragedia
, July 6, 2015

Dopo il referendum greco ricomincerà il confronto, ma senza Europa federale la tragedia è inevitabile. In queste ore il popolo greco sta decidendo se aderire alle proposte di compromesso dell’Unione Europea o se rifiutarle. La scelta fra il sì e il no è certamente importante per le sorti del governo greco e per i rapporti di forza che si verranno a stabilire nelle trattative successive. L’Unione europea è infatti decisa a sbarazzarsi di Tsipras entrando a piedi pari nella campagna elettorale,

Dalla Grecia all’Europa che verrà
, July 3, 2015

Se il passato è pessimo, il futuro dell’Europa si annuncia come un incubo. Prendiamo il progetto di riforma dell’Unione europea, Completing Europe’s Economic and Monetary Union, dei “magnifici cinque”: Juncker, Tusk, Dijsselbloem, Draghi e Schulz. Se fissiamo i punti essenziali di questo progetto di riforma, al netto delle solite e note litanie su prosperità, sviluppo economico e piena occupazione, la finalità è quella di migliorare l’attuale governance europea

L'Europa caduta dal cielo
, July 3, 2015

Di una cosa possiamo dirci sicuri: nessuno ha la minima idea di come andrà a finire la crisi greca. Ci sarà un accordo per evitare l’uscita della Grecia dalla moneta unica? C’è ancora spazio per una soluzione che non si limiti a rimandare la catastrofe? Riusciranno i greci, che sono già duramente provati da anni di austerità e d’incertezza, a rimettersi in piedi, recuperando in tempi ragionevoli la capacità di stare al passo con le altre economie dell’Eurozona?

Tra falchi e colombe: la falsa alternativa
Orgoglio e paura
, July 2, 2015

Orgoglio e paura non sono sentimenti in base ai quali possono essere prese decisioni ragionevoli. Questo vale per gli individui e a maggior ragione vale per le collettività, per gli Stati, in cui quei sentimenti possono essere aizzati tramite campagne mediatiche partigiane e irresponsabili.

Nel caso del referendum greco di domenica prossima è probabile che sarà la paura, non la ragionevolezza e l’autocritica

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23