Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
La minaccia jihadista, a due facce
, April 22, 2015

L’escalation della violenza di matrice jihadista, ispirata a una visione estremistica dell’islam politico, è sotto gli occhi di tutti. Basta ricordare l’attacco al museo del Bardo di Tunisi del 18 marzo, costato la vita a 24 persone (compresi quattro turisti italiani), o il massacro di studenti cristiani perpetrato dal gruppo somalo al-Shabaab all’Università di Garissa, in Kenya, il 2 aprile scorso (giovedì santo). 

Vicino Oriente, una regione in frantumi
, April 22, 2015

Da quando, sulle ceneri dell’Impero ottomano, le potenze europee tracciarono i confini degli odierni Stati arabi, non si era mai assistito nella regione del Vicino Oriente a un insieme di crisi politiche così diffuso e profondo. Lo Stato islamico dell’Iraq e del Levante è divenuto in meno di un anno una delle maggiori minacce alla sicurezza globale. La Libia riaffiora periodicamente come un Paese sull’orlo del collasso – soglia che ha probabilmente già varcato da molto tempo.

Tunisi, 17/4/2015
, April 17, 2015

Dopo il Bardo. L’attentato del Bardo ha generato in Europa uno slancio di solidarietà simile a quello dei primi mesi del 2011. È stato percepito, infatti, come una ferita a tutto ciò che del Paese l’Europa ama: la sua cultura antica, la sua ospitalità generosa, la sua vocazione cosmopolita.

Aden, 15/4/2015
, April 15, 2015

L'accordo che  salverà il Medioriente. Nonostante le difficoltà, gli ostacoli tecnici e le differenze di obiettivi e linguaggi, l’accordo-quadro raggiunto a Losanna ha dimostrato che la diplomazia e il negoziato possono effettivamente portare a buoni risultati.

Teheran, 13/4/2015
, April 13, 2015

Accordo sì o accordo no? Certo, sarebbe stato strano che in una società come quella iraniana l'accordo provvisorio sul nucleare del 2 aprile ricevesse consensi unanimi. Hossein Shariatmadari, direttore del giornale conservatore Keyhan, afferma