Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
>> commentaries
New York, settembre 2017
, September 29, 2017

Una caotica incertezza. È il caos. Una situazione in cui le mutate priorità degli attori internazionali cambiano repentinamente il peso dei fattori in gioco. Un giorno le cose sembrano andare in modo favorevole a una certa parte. Il giorno dopo tutto cambia e i ruoli si invertono.

Arbil, 26/9/2017
, September 26, 2017

Seggi chiusi per lo storico referendum del 25 settembre nella Regione autonoma. Nessun problema particolare, nemmeno nelle aree contese, tra cui la città di Kirkuk, dove si temevano scontri tra milizie peshmerga e arabe.

L'impasse catalana / 1
Barcellona, 27/9/2017
, September 25, 2017

La più grave crisi istituzionale della Spagna democratica. Tra governo catalano e Madrid la tensione è alle stelle. La società catalana è lacerata, nelle stanze della politica madrilena l’ostilità verso l’indipendentismo allo zenit. Un manifesto firmato da circa 500 docenti universitari ha chiesto al governo di ricorrere all’«uso della forza legittima che corrisponde esclusivamente allo Stato». Lo scrittore catalano Juan Marsé,

Berlino, 25/9/2017
, September 25, 2017

Sull’orlo dell’instabilità. È da un po’ di tempo che, in Europa e non solo, gli elettori tendono a penalizzare i partiti al governo. Gli incumbents, come dicono gli anglosassoni, partono svantaggiati. Il potere logora chi non ce l’ha, diceva Andreotti. Oggi logora soprattutto chi l’ha appena esercitato.

Berlino, 18/9/2017
, September 18, 2017

I dilemmi che la campagna elettorale non ha affrontato. Almeno sino a oggi, le elezioni tedesche non hanno certo destato entusiasmo. La forza di Angela Merkel, la cui rielezione non è mai stata davvero messa in discussione, e l’incapacità di Martin Schulz di sfruttare il buon clima che si era generato inizialmente intorno alla sua candidatura, non hanno aiutato a vivacizzare il dibattito politico.