Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
>> commentaries
New York, gennaio 2016
, January 12, 2016

Brics, una favola del nostro tempo. La strana storia dei Brics ha inizio nel 2001, quando Jim O'Neill, all’epoca presidente della divisione Assets Management di Goldman Sachs, la

Riad, 22/12/2015
, December 22, 2015

Non solo nero. “Un Paese non adatto alle donne, nero e impenetrabile”. Così mi è stata apostrofata l’Arabia Saudita da tutti i miei interlocutori prima di partire. E così mi si è presentata, atterrata a Riad, città ben rappresentata dal colore dell’abaya che devono indossare tutte le donne, anche le straniere, musulmane e non. Nero e rigorosamente monocolore. 

Madrid, 21/12/2015
, December 21, 2015

La Spagna volta pagina. Le elezioni spagnole di ieri, segnate da un’affluenza alle urne del 73,2% (superiore di circa 1,6 punti a quella del 2011) hanno confermato le previsioni e sciolto i dubbi della vigilia. 

Si sapeva che nessuna delle due principali forze politiche in campo, le due tradizionali (Pp e Psoe) e le due nuove (Podemos e Ciudadanos) avrebbero raggiunto la maggioranza di seggi (176) necessaria per governare.

Parigi, 14/12/2015
, December 14, 2015

Un voto in trincea. L’argine repubblicano francese ha tenuto e a farne le spese è stato il Front national. Per lui le elezioni si succedono ma si assomigliano tutte, lasciando invariabilmente dietro di sé un retrogusto amaro. Come era avvenuto alla dipartimentali dello scorso marzo, il partito guidato da Marine Le Pen

Parigi, 11/12/2015
, December 11, 2015

Guantanamò, France? Come direbbe Mark Twain, le notizie dell’apertura di Guantanamo francesi – Guantanamò, dunque – erano un filino esagerate. Giuridicamente, si tratta di inserire in Costituzione, accanto a stato d’assedio e conferimento di poteri eccezionali