Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Barcellona, 22/12/2017
, December 22, 2017

Il voto dei catalani. I cittadini della Catalogna sono tornati alle urne il  21 dicembre in un contesto segnato da non poche novità. Per la prima volta le elezioni non sono state convocate dalla Generalitat, ma dal governo centrale, si sono tenute in un quadro normativo inedito per la Spagna, qual è risultato dall’applicazione dell’articolo 155 della Costituzione, con gran parte della leadership dei partiti indipendentisti  in prigione o all’estero.

Santiago del Cile, 22/12/2017
, December 22, 2017

Un'inversione a destra collettiva? Chiamato al voto lo scorso 17 dicembre per il secondo turno delle elezioni presidenziali, il popolo cileno ha eletto il candidato del partito conservatore Chile Vamos, Sebastián Piñera. Guidato negli ultimi quattro anni dalla socialista Michelle Bachelet, il Cile ha dunque intrapreso una chiara svolta a destra

Praga, 18/12/2017
, December 18, 2017

Populismo o plutocrazia? Ano 2011 – il cui slogan è Bude líp, «Andrà meglio» – è il partito del magnate Andrej Babiš che lo scorso ottobre si è aggiudicato la vittoria alle elezioni legislative in Repubblica Ceca. Ano significa «sí» in ceco, ma è anche l’acronimo di «Azione dei cittadini insoddisfatti», mentre 2011 si riferisce all’anno di fondazione del movimento civico anticorruzione che fece da precursore al partito. Con circa il 30% dei suffragi e 78 seggi su 200 nella Camera Bassa di Praga, Ano è diventato di gran lunga il primo partito ceco;

Gerusalemme, 11/12/2017
, December 11, 2017

Città Santa e controversa L’ambasciata degli Stati Uniti d’America verrà spostata da Tel Aviv a Gerusalemme. Il 6 dicembre scorso il Presidente Donald Trump ha ufficializzato l’intenzione, annunciandola pubblicamente e, al medesimo tempo, firmando un memorandum («Presidential Determination»)

Berlino, 11/12/2017
, December 11, 2017

Dal congresso della Spd che si è tenuto nei giorni scorsi a Berlino arriva la disponibilità dei socialdemocratici ad avviare colloqui esplorativi con l’Union di Cdu e Csu. Si tratta del primo, indispensabile passaggio per realizzare la quarta Grande coalizione della Repubblica federale tedesca (la terza guidata da Angela Merkel).