Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Bookshelf
Luisa MOLINARI, Alunni e insegnanti
, October 25, 2010

La scuola è un luogo abitato, vissuto, dotato di significato per tutti coloro che quotidianamente vi si trovano a parlare, discutere, interagire, in particolare gli alunni e i loro insegnanti. Con il tempo, essi costruiscono una cultura comune, fatta di azioni, di relazioni, di valori, che ha profondi effetti sul gruppo classe e sugli individui al centro delle dinamiche educative.

Giuseppe RIVA, I social network
, October 21, 2010

Facebook, MySpace, Twitter, LinkedIn sono ormai termini entrati nel lessico quotidiano e sempre più spesso capita di sentire persone che ci chiedono se abbiamo una pagina su Facebook o se siamo iscritti a questo o quel gruppo. I social network sono dunque una moda o qualcosa di duraturo?

Carlo A. MARLETTI, La Repubblica dei media
, October 17, 2010

Perché, se la televisione è così potente, Berlusconi si è premurato di avere dei giornali che lo fiancheggino, e mostra di sapersene servire contro i suoi avversari? E perché Massimo D'Alema dice di preferire la televisione, con cui si parla a tutti, mentre la sua influenza sugli affari politici è dovuta soprattutto a messaggi in chiave affidati ai giornali, di cui pochi possono cogliere pienamente le implicazioni? Dal 18 aprile 1948 ad oggi spettacolarizzazione della politica e messaggi in politichese rappresentano le due facce della democrazia in Italia, dando luogo a fasi alterne e a volte combinandosi tra loro.

Lo stadio come spazio conteso
Calcio e ordine pubblico
, October 15, 2010

"Lo stadio di Genova, dal 1933 intitolato a Luigi Ferraris, storico capitano rossoblu, sorge in un’area densamente abitata del capoluogo ligure, in uno spazio foucaultiano per eccellenza, confinando sul lato nord con le carceri di Marassi. La tifoseria, in particolare quella genoana, nutre un legame profondissimo con questo luogo, opponendosi con vigore ai recenti progetti speculativi che prevedono la costruzione di un nuovo impianto in aree più isolate della città."

Massimo DONÀ, Stefano LEVI DELLA TORRE, Santificare la festa
, October 15, 2010

Sotto il ritmo settimanale dei nostri week-end batte inavvertito il ritmo biblico del Settimo Giorno, ossia del Sabato ebraico e della Domenica cristiana. Festa e vacanza sono entrambe un momento di ricreazione di sé, anomalia e interruzione delle fatiche feriali. Ma le vacanze sono tempo "vacante", tempo vuoto da riempire ad arbitrio privato;