Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Bookshelf
Gianluigi PALOMBELLA, È possibile una legalità globale?
, October 11, 2012

Dal commercio all’ambiente, da Internet alle politiche finanziarie, il mondo è retto da entità prive di delega politica, che non dipendono né dagli Stati né dai popoli. C’è un diritto globale capace di disciplinarle e limitarle?

Ian TALBOT e Gurharpal SINGH, La spartizione
, September 27, 2012

«Si stima che 15 milioni di persone furono evacuate nella più imponente migrazione forzata della storia del Novecento. Il bilancio dei morti, a tutt’oggi controverso, oscilla fra i duecentomila e i due milioni. Famiglie vennero divise e circa centomila donne stuprate da una parte e dall’altra della frontiera.

Guy STANDING, Precari
, September 27, 2012

Il precariato globale ci sta suonando la sveglia. Il mondo è percorso dalla paura e dalla collera, e tuttavia intendere questo fenomeno esclusivamente come condizione di sofferenza è radicalmente sbagliato.

Edoardo LOMBARDI VALLAURI, Parlare l'italiano
, September 18, 2012

Nello studio, nel lavoro e nella vita privata, parlare bene è forse il fattore più importante per ottenere ciò che vogliamo. È attraverso la parola che il nostro pensiero si costruisce, e poi si trasmette. Questo libro insegna a evitare errori e cadute di stile nell’uso della grammatica italiana e dei termini stranieri o specialistici,

Barbara CARNEVALI, Le apparenze sociali
, September 13, 2012

Alla vita sociale si addice il motto del vescovo Berkeley: essere è essere percepiti o percepire. Il modo in cui appariamo pubblicamente, la nostra figura, fatta di immagini, suoni, odori, sensazioni tattili e persino sapori, viene colta dai sensi degli altri e valutata dal loro gusto, contribuendo a plasmare la nostra identità e la forma del mondo in cui abitiamo.