Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Identità italiana
Opinioni a confronto
La riforma del mercato del lavoro
, June 6, 2012

Per un decano del diritto del lavoro come Umberto Romagnoli, l'Italia sta diventando una Repubblica che, pur essendo fondata sul lavoro, ammette la manomissione incontrollata dei suoi diritti. A fare da controparte Massimo Pallini, che invita a non considerare intangibile lo Statuto dei lavoratori, ma a ricomprenderne le modifiche nel più ampio e necessario disegno di riforma del nostro sistema produttivo, formativo, finanziario e creditizio.

Opinioni a confronto
Ferite riaperte, ferite fresche
, June 6, 2012

Lo Statuto dei lavoratori (1970) si proponeva finalità che autorizzano a qualificarlo come la legge delle due cittadinanze nei luoghi di lavoro: distinte ma reciprocamente collegate. Per realizzare la cittadinanza del sindacato, ne proteggeva i rappresentanti aziendali contro il potere dell’impresa; quanto ai lavoratori, ordinava all’impresa di adeguare il suo ordinamento interno e la sua stessa logica al principio per cui i lavoratori, per quanto legati da un rapporto di dipendenza, sono anzitutto i cittadini di una Repubblica democratica.

Opinioni a confronto
Ammodernare, non abbandonare
, June 6, 2012

Lo Statuto dei lavoratori del 1970 costituisce una pietra miliare non solo del diritto del lavoro, ma della realizzazione del disegno costituzionale repubblicano, avendo dato un fondamentale contributo – come giustamente sottolinea Umberto Romagnoli – all’ingresso e al radicamento dei diritti di cittadinanza democratica nei luoghi di lavoro.

Non è stato un anno tranquillo
, June 1, 2012

Non è stato un anno tranquillo quello che ha inaugurato (dal primo novembre scorso) il mandato del nuovo governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco. Siamo da tempo in emergenza e il sistema finanziario europeo sta pericolosamente arretrando verso dimensioni nazionali; mentre i 17 governi non sembrano capaci di guidare la barca comune su cui stanno più di 300 milioni di cittadini europei.

L'esame di maturità
, May 22, 2012

Il trambusto politico provocato dalle urne è notevolissimo: crollo verticale del Pdl e della Lega, arretramento netto del Terzo polo e "vittoria mutilata" del Pd, che aumenta il numero di sindaci e amministratori, ma mostra preoccupanti segni di cedimento del suo insediamento elettorale e sociale tradizionale, soprattutto se si confrontano i voti in termini assoluti.