Rivista il mulino

Content Section

Central Section

Identità italiana
Speciale Regionali 2015
Liguria, il disastro perfetto
, June 3, 2015

Le elezioni regionali in Liguria hanno goduto, si fa per dire, di un’attenzione mediatica spasmodica. Negli ultimi giorni prima del voto molti commentatori si erano spinti a presentare questa piccola e anziana regione, lontana da tutto nei trasporti, e da tempo marginale nella distribuzione della ricchezza e del potere nazionale, come l’ago della bilancia, una sorta di Ohio italiano. Non nel senso che un voto regionale avrebbe mai potuto incidere sulle sorti

Restauro, questione ambientale e politiche ministeriali
Qualche domanda al ministro Franceschini
, May 25, 2015

Grandi polemiche in questi mesi per i restauri condotti sul Colosseo, sul Ciborio di Arnolfo nella Basilica di Santa Cecilia, a Roma, e sulla Basilica inferiore di Assisi. Perché? La risposta è semplice. Sta venendo al pettine il nodo dell’immenso ritardo culturale del settore e la conseguente immensa confusione e inefficienza di attori e regole. Ritardo culturale, confusione e inefficienza che trovano origine e sintesi nel continuare ancora oggi le politiche ministeriali a far coincidere la tutela con il restauro

Ancora sull'Italicum
, May 19, 2015

L’Italicum è un mostriciattolo, ma sicuramente appartiene alla categoria dei sistemi proporzionali con una correzione maggioritaria. La correzione può essere molto sostanziosa, ma, a meno di una drammatica perdita di consensi del Partito democratico e del Movimento 5 Stelle, non riuscirà mai a sovvertire la proporzionalità complessiva dell’esito. Anche qualora il premio di maggioranza fosse attribuito a un partito che ha ottenuto il 25 per cento dei voti, l’esito rimarrebbe largamente proporzionale.

Ancora a proposito di leggi elettorali
Tra seggi e percentuali
, May 12, 2015

L'intervento di Cesare Pinelli ha il pregio della chiarezza, dissipa dei malintesi ricorrenti e pone l'accento, a ragione, su un problema del quale si tornerà a discutere a proposito della riforma del sistema bicamerale: lo pseudo-contrappeso che rappresenterebbe il Senato.

Su un solo punto vedo le cose in modo un po' diverso. Pinelli scrive: “La nuova legge non si basa sul sistema maggioritario, ma su un proporzionale corretto dall’attribuzione di un premio in seggi alla lista che abbia ottenuto la maggioranza dei voti

Commendator per caso
, May 11, 2015

Il 27 dicembre 2014 l’allora presidente Giorgio Napolitano ha nominato commendatore Davide Serra, che il prossimo 2 giugno lo diventerà ufficialmente, commendatore, al cospetto di Sergio Mattarella. Per quali meriti il finanziere italolondinese con qualche presenza alle Cayman – del quale si narra anche un lontano passato di scout, al pari di Matteo Renzi –, per quali meriti, dunque, è stato fatto cumenda, come direbbe il grande Gino Bramieri? E da chi?