Rivista il mulino

Content Section

Central Section

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21
L'Europa caduta dal cielo
, July 3, 2015

Di una cosa possiamo dirci sicuri: nessuno ha la minima idea di come andrà a finire la crisi greca. Ci sarà un accordo per evitare l’uscita della Grecia dalla moneta unica? C’è ancora spazio per una soluzione che non si limiti a rimandare la catastrofe? Riusciranno i greci, che sono già duramente provati da anni di austerità e d’incertezza, a rimettersi in piedi, recuperando in tempi ragionevoli la capacità di stare al passo con le altre economie dell’Eurozona?

Tra falchi e colombe: la falsa alternativa
Orgoglio e paura
, July 2, 2015

Orgoglio e paura non sono sentimenti in base ai quali possono essere prese decisioni ragionevoli. Questo vale per gli individui e a maggior ragione vale per le collettività, per gli Stati, in cui quei sentimenti possono essere aizzati tramite campagne mediatiche partigiane e irresponsabili.

Nel caso del referendum greco di domenica prossima è probabile che sarà la paura, non la ragionevolezza e l’autocritica

A proposito del referendum greco di domenica: popolo sovrano o solo utile sponda?
La retorica della sovranità popolare
, July 2, 2015

Da più parti si è salutato il referendum indetto da Tsipras per domenica prossima come una vittoria per la democrazia in Europa, o addirittura il risveglio di una sopita e mortificata sovranità nazionale, contro i poteri oligarchici e l'ideologia neoliberista che dominano da troppo tempo le sorti dell'Unione europea. Rimettere la palla ai cittadini, quando così tanto e così importante è in gioco, sarebbe semplicemente la cosa giusta da fare per chi crede nel principio della sovranità popolare. 

Un nuovo conflitto di potenze?
, June 30, 2015

Sul numero 1/2015 del «Mulino» ho avuto occasione di scrivere qualche riga a proposito del recente volume di Brendan Simms dedicato alla contesa per la supremazia in Europa dal XV secolo a oggi. È un libro non privo di difetti, ma che ha il grande merito di richiamare l’attenzione del lettore su alcuni concetti classici della politica internazionale e della storiografia politico-militare che ha fra i suoi antecessori Tucidide e Machiavelli.

Profughi o clandestini?
, June 19, 2015

Molte delle difficoltà attuali, nelle drammatiche vicende dell’immigrazione che si svolgono nel Mediterraneo e hanno ripercussioni in tutta Europa, risiedono nella distinzione tra migranti economici e richiedenti asilo.

Sul piano giuridico è tutto chiaro: il profugo fugge da una delle persecuzioni elencate nella Convenzione di Ginevra del 1951 (ad esempio per motivi politici o religiosi) e, presentando domanda alle autorità competenti,

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21