Rivista il mulino

Content Section

Central Section

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21
Lettera aperta di 5 economisti ad Angela Merkel
Cancelliera, basta austerità
, July 8, 2015

L’austerità a oltranza che l’Europa ha imposto al popolo greco semplicemente non funziona. Adesso la Grecia, a voce alta, ha detto basta.

Come la maggior parte del mondo aveva previsto, le richieste finanziarie da parte dell’Europa hanno schiacciato l'economia greca: disoccupazione di massa, collasso del sistema bancario, ulteriore aumento dell’esposizione debitoria sull’estero,

Dal n. 4/2015
L'egemonia tedesca che la Germania non vuole
, July 7, 2015

L’egemonia tedesca in Europa è un prodotto dell’Unione monetaria europea e della crisi del 2008. Non fu tuttavia la Germania a volere l’euro: fin dagli anni Settanta, le sue industrie di esportazione avevano convissuto molto bene con le ricorrenti svalutazioni dei partner commerciali europei, in risposta alle quali la produzione manifat­turiera tedesca si spostò da mercati price-sensitive a mercati quality-competitive. A volere una valuta comune europea fu soprattutto la Francia, per superare l’umiliazione

Greferendum: le ragioni inascoltate
, July 7, 2015

Nelle strane ore che hanno seguito il referendum greco, tra stappi di champagne e lexotan, le ragioni del «ni» hanno faticato a trovare cittadinanza. Per lo meno da noi, gli stessi italiani che prima del voto erano ben contenti di non essere greci, a pochi minuti dallo spoglio non hanno mancato di schierarsi, vestendo Tsipras con i propri costumi regionali. Questa manichea appartenenza politica transnazionale creatasi attorno ad un evento più plebiscitario che democratico

Senza Europa federale la tragedia
, July 6, 2015

Dopo il referendum greco ricomincerà il confronto, ma senza Europa federale la tragedia è inevitabile. In queste ore il popolo greco sta decidendo se aderire alle proposte di compromesso dell’Unione Europea o se rifiutarle. La scelta fra il sì e il no è certamente importante per le sorti del governo greco e per i rapporti di forza che si verranno a stabilire nelle trattative successive. L’Unione europea è infatti decisa a sbarazzarsi di Tsipras entrando a piedi pari nella campagna elettorale,

Dalla Grecia all’Europa che verrà
, July 3, 2015

Se il passato è pessimo, il futuro dell’Europa si annuncia come un incubo. Prendiamo il progetto di riforma dell’Unione europea, Completing Europe’s Economic and Monetary Union, dei “magnifici cinque”: Juncker, Tusk, Dijsselbloem, Draghi e Schulz. Se fissiamo i punti essenziali di questo progetto di riforma, al netto delle solite e note litanie su prosperità, sviluppo economico e piena occupazione, la finalità è quella di migliorare l’attuale governance europea

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21