Rivista il mulino

Content Section

Central Section

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21
L’Europa scende a patti con la Turchia e mette a rischio se stessa
Oltre il giardino
, March 21, 2016

Immaginate una donna o un uomo inseguiti da un assassino che vuole ucciderli a causa del loro gruppo etnico, della loro nazionalità o della loro religione,

Appunti sull’Accordo tra il Regno Unito e l’Unione europea in merito ai lavoratori comunitari
Lavoro, una corsa oltre il fondo
, February 24, 2016

L’accordo raggiunto venerdì notte a Bruxelles per trattenere il Regno Unito in una (svilita) Unione europea presenta molti profili di arretramento: alcuni, quando diverranno effettivi all’annuncio ufficiale di Londra della propria permanenza nell’Unione, sarà possibile apprezzarli nell’esatta formulazione che daranno le istituzioni e quindi valutarli anche in prospettiva.

L'Europa degli uguali non esiste
, February 19, 2016

Chi ha avuto occasione di passare da Stoccolma a Palermo e viceversa in un breve lasso di tempo ha chiara la percezione della diversità di queste due realtà, che geograficamente appartengono all'Europa ma culturalmente sono agli antipodi. È una percezione fisica diretta prima ancora che culturale e tuttavia taciuta alle coscienze e ignorata dalla pubblicistica.

Le nuove migrazioni in Europa e nel Mediterraneo
, February 17, 2016

L’Europa è sempre stata terra di migrazioni: come origine di flusso di espatrio e come destinazione di persone in cerca di miglior vita. E il Mediterraneo è stato centro di molte fasi di civilizzazione proprio come area di movimento e di incrocio di popoli e di persone. In particolare, il Mediterraneo oggi rappresenta una “regione migratoria” al centro della quale si colloca la frontiera di Schengen

Un accordo "storico" sul clima
, February 3, 2016

L’Accordo sul Clima di Parigi del 12 dicembre 2015 va considerato di portata “storica” non solo perché “universale”, in quanto approvato da quasi tutti i Paesi della Terra (195 Stati) ma perché questi, condividendo il senso dell’urgenza di fermare il disastro ecologico, hanno riconosciuto (sebbene con almeno vent’anni di colpevole ritardo) che il riscaldamento globale è un fenomeno di dimensioni mondiali

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21