Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Naypyidaw, 2/5/2014
, May 2, 2014

La lunga marcia birmana. Una “lunga marcia” verso Nord di oltre duemila chilometri, dalla caotica Yangon fino alle zone rurali dello stato Kachin, al confine con la Repubblica Popolare Cinese. 

Mosca, 22/4/2014
, April 22, 2014

Capire la Russia. L’escalation in Ucraina, prima in Crimea e ora nell’Est del Paese, ha riportato al centro dell’attenzione le relazioni tra Occidente e Russia. Ovviamente – e, certo, con ragione – si è sottolineato l’aggressivo militarismo russo e il disegno imperiale di Putin.

Kiev, 14/4/2014
, April 14, 2014

A chi giova il separatismo? Nonostante la situazione a Kiev sia ormai calma, l’Ucraina è turbata dall’invasione della Crimea e dal timore che Putin non voglia fermarsi. I media riportano allarmanti notizie dalle regioni orientali

Washington, 10/4/2014
, April 10, 2014

C’era una volta. Inaugurato nel luglio 2013, il percorso negoziale tra israeliani e palestinesi si reggeva principalmente su tre fattori: l’incondizionato ottimismo del segretario di Stato statunitense John Kerry, il bisogno del presidente dell’Anp Abu Mazen di riacquisire centralità sulla scena politica domestica

Notizie dall'Europa
Budapest, 8/4/2014
, April 8, 2014

Provaci ancora Viktor. Le elezioni politiche ungheresi del 6 aprile consegnano un quadro apparentemente chiaro. A fronte di un’affluenza in calo rispetto alle ultime consultazioni, ma comunque superiore al 60%, il partito di governo Fidesz, guidato dal premier Viktor Orbán, ha ottenuto quasi il 45% dei voti, staccando l’opposizione di sinistra di circa 20 punti.