Rivista il mulino

Content Section

Central Section

lettere internazionali
Ginevra, 17/7/2015
, July 17, 2015

Dal tavolo del negoziato alla ratifica. Che si raggiungesse un accordo sull'uso dell'energia nucleare tra la Repubblica islamica dell'Iran e i cinque membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, più la Germania, non era affatto scontato. Le forze che vi si opponevano – e che continuano a farlo – sono molte e ben armate: Israele, purtroppo egemonizzato dalla destra sionista per cui ogni rivale è una "minaccia esistenziale" alla propria sopravvivenza

Pechino, 13/7/2015
, July 13, 2015

La contraddizione tra strategie di riforma e comportamenti dei funzionari. Il 9 luglio, sui mercati finanziari cinesi, vi è stata una inversione di tendenza. In un giorno l’indice di Shanghai era cresciuto quasi del 6%, quello di Shenzhen quasi del 4% e così quello di Hong Kong. Il risultato è stato confermato il giorno dopo.

Berlino, 10/7/2015
, July 10, 2015

Grandi opere: neppure i tedeschi sono perfetti. È a metà del Settecento, per volere di Federico II, che lungo lo scenografico Unter den Linden di Berlino nasce la Hofoper, il primo edificio del Forum Fridericianum. Dopo essere stato ricostruito internamente una volta,

New York, 9/7/2015
, July 9, 2015

Anche i ricchi piangono (ma non i super-ricchi). Quello della diseguaglianza è un tema ricorrente in tutte le epoche e scienze sociali. Non c’è dunque nulla di straordinariamente nuovo nel fatto che anche oggi sia al centro del dibattito pubblico, a maggior ragione in un momento in cui la crisi finanziaria ha aumentato la forbice tra ricchi e poveri.

Teheran, 6/7/2015
, July 6, 2015

Un frigorifero nuovo nell'Iran delle sanzioni. Quando si parla di Iran, si parla di negoziazioni sul nucleare o di sanzioni economiche. Non si parla quasi mai di vicende quotidiane. Forse è giusto: in apparenza nulla lega trattati che finiranno nei libri di storia a vite ordinarie. Ma è nella banalità quotidiana che si misura la posta in gioco.